PD slogan

L’Assemblea nazionale del PD di venerdì 21 e sabato 22 maggio rappresenta anche il lancio di PD Open. Cosa sia PD Open sta scritto qua.

Ora, io, avendo contezza di cosa sia al momento il PD, anche come organizzazione territoriale, quando leggo di iniziative come questa, costruite per parole d’ordine e slogan e con la pretesa di una larghissima partecipazione (formale, temo), ecco, ho l’impressione di star vedendo l’ennesima operazione di facciata. Sembra marketing; fatto male, tra l’altro.

Sarò pessimista, che vi devo di’?

Prima c’è stata l’Assemblea costituente (grande mobilitazione e partecipazione, votazioni, grandi convention); poi c’è stato il Congresso nazionale e regionale (grande mobilitazione e partecipazione, votazioni, grandi convention). E ancora una linea e una identità sono lungi dall’esser definite.

Ora c’è l’Assemblea programmatica e PD Open (nelle intenzioni, grande mobilitazione e partecipazione, votazioni, grandi convention).

Non è questo il metodo. Il metodo per definire una linea sulle questioni centrali è 1) conoscere a fondo tali questioni (conoscenze, competenze, contatto con le situazioni reali); 2) prendere una posizione e attuarla con decisione e coraggio (proposte di legge, manifestazioni, convegni, stampa, happening, gesti concreti, coerenza, unità).

Mobilitare la base e l’organizzazione è cosa buona e giusta, ma intanto bisognerebbe prima preoccuparsi di averle, la base e l’organizzazione (attuare il federalismo interno, anche finanziario); e poi una sorta di consultazione di massa su questioni anche tecniche e complesse rischia di finire come sono finite la fase costituente e il recente congresso nazionale: una ratifica di scelte già fatte e formulate in modo ambiguo e astratto.

Non si può convocare la base (o anche organismi populisti fatti di 1000 membri) e chiedere “Cosa ne pensate del mercato del lavoro? Dell’università e della scuola? Dell’integrazione e dell’immigrazione? Delle politiche ambientali? Della Pubblica amministrazione? Del governo dell’Economia?”. C’è appena stato un Congresso nazionale su mozioni che parlavano di tutte queste cose. Se ora diciamo che dobbiamo ancora definire una linea stiamo ammettendo che le mozioni erano propaganda congressuale.

Cre-di-bi-li-tà!

(Poi, se mi sbaglio su ciò che sarà PD Open, ottimo; ritiro tutto e applaudo.)


il cannocchiale

1 pensiero su “PD slogan

  1. mamma mia, il pd open sembra il pogetto big society di david cameron. consenso allargato ma su cosa? il nulla o il poco.
    Sono pienamente d’accordo con tutto quello che hai scritto.

I commenti sono chiusi.