Ragazzacce

…Perché le regole si sapevano, insomma. Per esempio – solo alcune:

• L’adulterio è illecito.
• Le scene di passione devono essere strettamente indispensabili.
• La violenza è vietata: anche far vedere solo la faccia della vittima che grida è vietato.
• Le perversioni sessuali sono proibite.
• Nessun bianco può essere trattato da schiavo.
• Le bestemmie e le volgarità devono essere bandite.
• Il nome di Dio o di Cristo vanno citati solo reverentemente.
• La nudità è proibita.
• Le scene di svestimento devono essere interrotte all’inizio.
• Nessun compiacimento nel togliersi le vesti.
• L’ombelico deve restare nascosto.
• Le danze lascive non sono visibili.
• I ministri del culto devono essere sempre rappresentati con decoro e non possono essere ubriachi e viziosi.
• Nel "triangolo" amoroso il marito deve trionfare (o, nel caso, la moglie).
• Oggetti vergognosi non devono essere mostrati.
• Passioni impure non si illustrano mai.
• L’accoppiamento di animali è osceno.

Cioè, c’erano queste regole, mica potevate fare come vi pareva…



(Solo un piccolo omaggio a Deborah Kerr, così.)
(Che poi, tanto per precisare, lei, Debbie, ebbe delle grane in carriera per qualche anno, in séguito a quella scena di bacio sexual e adulterino; mentre lui, Burt, ovviamente no. Per altro aveva già i suoi problemi, Burt Lancaster, con quelle teste di cazzo della Commissione McCarthy; ma questo non c’entra.)

2 pensieri su “Ragazzacce

I commenti sono chiusi.