Papiro news

settembre 22nd, 2006

Ho fatto un titolo che sembra preso da "Asterix e Cleopatra", dove c’è il cattivo che fa colazione leggendo la sua copia di FaraoneSera. Ma del resto…

Oggi su Repubblica Salvatore Settis aggiunge un’ulteriore replica alla querelle sul Papiro di Artemidoro. E lo fa sfilandosi – per ora – dal proseguire la tenzone con Luciano Canfora a colpi di articoli di quotidiani (ne sono usciti mi pare 13 in una settimana; i due illustri accademici verranno certamente invitati alla prossima edizione de L’isola dei famosi).
Settis in sostanza dice che non può rispondere compiutamente alle questioni poste da Canfora finché lo studio e la pubblicazione dei dati sul papiro non saranno completati (tra qualche mese, pare). Continuare la "guerra" a colpi di articoli è inutile, dice il direttore della Normale di Pisa confermando comunque, ovviamente, le proprie tesi.

Gli articoli usciti in precedenza si possono leggere nelle rassegne stampa qui  (scansioni PDF) e qui (solo testi).
Particolarmente interessanti l’intervista a Canfora sull’Unità del 17 scorso e l’articolo perplesso e un po’ preoccupato di Ernesto Ferrero su La Stampa. Quest’ultimo, Ferrero, scrive infatti: "L’affaire mi riguarda anche personalmente: come autore e come torinese. Come autore, perché la Compagnia per l’Arte della Compagnia di San Paolo mi ha commissionato un romanzo che è una libera reinvenzione narrativa della vicenda. Ha come titolo La misteriosa storia del papiro di Artemidoro, è uscito in prima battuta come allegato della Stampa e adesso è stato ripubblicato nei Tascabili Einaudi." Ferrero teme (spera)  insomma di diventare un Dan Brown involontario.

In ogni caso continua a sembrare curiosa l’asprezza del confronto e soprattutto lo spazio che ha avuto sulla stampa quotidiana: impossibile non sospettare che tale rilevanza mediatica sia dovuta più alla notorietà e all’impegno civile dei due intellettuali che all’argomento dibattuto (per dire: attaccare Settis vuol dire anche attaccare colui che il ministro Rutelli ha nominato due mesi fa presidente del ricostituito Consiglio superiore dei Beni culturali; ma questa è dietrologia, discorsi poco seri, roba da blog; ah già!, questo è un blog).

Categorie: critica

Leave a comment

Feed dei commenti1 commento

  1. utente anonimo

    Canfora all’isola dei famosi… secondo me vincerebbe sicuro, con quel poco che mangia sbaraglierebbe la concorrenza! Nel digiuno pare sia imbattibile…

Feed

http://www.pbeneforti.it / Papiro news