Classifiche+Blogday

Ho inserito questo spettabile blog nella (in una delle) Classifica dei blog italiani, verificando con malcelato orgoglio che esso situasi al 318° posto. Ma non ho fatto in tempo a gonfiare il petto e ingrassare di due chili che mi sono appunto ricordato che quella classifica lì include solo i blog che vi sono stati inseriti dai rispettivi proprietari e/o simpatizzanti. In tutto circa 900 soltanto, su ennemila blog italici. E dunque… (Per tacer del fatto che l’algoritmo usato per calcolare la classifica medesima è piuttosto sfasato, a giudicare dai risultati.)

Quindi scordiamoci la gloria e promuoviamo piuttosto il merito altrui segnalando 5 blog poco noti e degni IMHO di visita. (Le regole del Blogday puzzano tanto di catena, perciò io li linko e basta, questi 5 blog.)

Adage
Neil Gainman’s Journal
New York/ New Zealand
BookLust
Digg

(L’ultimo è un newsblog, il più noto in effetti. Perché noi non abbiamo un buon newsblog?)

Ecco, dopo aver segnalato i miei 5 blog (abbastanza a casaccio nel marasma dei miei bookmark), ringrazio Catepol per aver segnalato ParoleValigia nel BlogDay.

Pubblicato in blog

nessun titolo


Intervallo

Ah, che la morte ognora
è tarda nel venir
ah, chi desia, ah chi desia morir?
Leonora, addio! Addio Leonora, addio!

Sconto col sangue mio
l’amor che posi in te!
Non ti scordar, non ti scordar di me!
Addio! Addio Leonora, addio!


That is not chick lit

Ho una certa curiosità verso l’antologia "This Is Not Chick Lit: Original Stories by America’s Best Women Writers", uscita da non molto a cura di Elizabeth Merrick. Però delle 18 autrici dei 18 racconti non ne conosco neanche una (cioè, saranno anche le America’s best women writers…) e mi sfiora il vago sospetto che la Merrick applichi l’identità not-chick-lit-writer = women’slib-antisexist-writer. Di certo lei, la curatrice della raccolta, sembra un po’ veterofemminista.
Tuttavia non ho trovato in rete, ad una prima, sommaria ricerca, pareri che rafforzino quel vago sospetto. Perciò penso che terrò d’occhio le 18 scrittrici e questa raccolta.
Intanto qui c’è un’intervista interessante ad Elizabeth Merrick (piuttosto stantie le sue tesi).

nessun titolo


plin plon! comunicazione di servizio. si informa che le ferie e le vacanze sono finite, tutte, anche per chi è ancora in ferie e per chi è ancora in vacanza (e vedrà attorno a sé il resto del mondo tornare ad affaccendarsi con ingrugnato zelo, le scuole riaffollarsi, il campionato di calcio ripartire). la prossima festività utile è prevista per mercoledì 1° novembre p.v., Ognissanti.
plin plon!


Pubblicato in blog

Breve parentesi tv

Coliandro.
Mah, a me è piaciuto, il telefilmetto tratto dai libri di Carlo Lucarelli. ‘Nsomma, protagonisti all’altezza, regia vivace, musiche… Oddio, a parte gli attori, molto simile ad Almost Blue, eh. Comunque, divertente, ecco.
Lucarelli ha voluto fare anche il suo cameo alla Hitchcock.
Fine della breve parentesi tv.

Innocenti evasioni

UPDATE: ho trovato un blog interamente dedicato ai giochi di evasione ed ai point’n’click game. Ce ne sono varie centinaia. Sta QUI. (Figata!)



Ecco qua cinque, dico 5, giochini di evasione, tutti belli tosti. Chi vuole cimentarsi poi non si lamenti se non riesce ad arrivare in fondo, cioè ad uscire dai diversi luoghi virtuali. I giochi di evasione sono infatti quelli in cui ci si trova in una stanza – o in una serie di stanze, o cmq in un luogo rappresentato tridimensionalmente – e bisogna trovare il modo, frugando dappertutto, di uscire.

The Mistery of Space and Time è il gioco già proposto da lei e già circolato nei blog. Ma magari qualcuno non lo conosce. Sono 13 livelli, belli tosti. 😉

Crimson Room è invece un gioco giapponese (testo inglese). C’è solo da uscire dalla stanza in cui ci trova.

Viridian Room, idem come sopra, forse un po’ più semplice. (Occorre anche l’audio.)

White Chamber è anch’esso un classico gioco di evasione. Con una moto. Raccogliere tutti i pezzi e usarli per uscire dalla stanza bianca.

The Room è un gioco di evasione di qualche anno fa. Tremendo. Occorre anche un editor di testo, tipo Word.

Chi riesce a risolvere faccia sapere. Buon divertimento. 😀